1. Vicolo del Gini

VICOLO DEL GINI: TUTTESCAPATE, Eleonora Santanni

Eleonora Santanni

TUTTESCAPATE

2020
Site specific project Moquette su polietilene
300x420x3,50 cm

Logo Eleste
Logo treeffe artigrafiche

DESCRIZIONE DELL’OPERA

TutteScapate è un progetto site specific che nasce dall’esperienza autobiografica dell’artista. La malattia e la perdita di una parte del proprio corpo ha reso centrale nella  ricerca dell’artista il tema della trasformazione del corpo della donna in tutte le sue forme. Le protagoniste dell’installazione sono sagome rappresentate in una danza movimentata e liberatoria, bisognose di imprimere un nuovo corso al proprio essere, al di là delle convenzioni sociali. Le Scapate, termine toscano letteralmente “senza capo”, sono infatti persone visionarie e libere, dalla mente incontenibile, che non può stare sul collo, e per questo metaforicamente senza testa.

Eleonora Santanni

Biografia di ELEONORA SANTANNI

Eleonora Santanni nasce nel 1964 a Montemurlo (PO). Ha una formazione da autodidatta. Con il progetto Le Scapate, la Santanni realizza una serie di opere e installazioni sul tema del corpo della donna, attraverso le quali ne ridefinisce l’immagine, rappresentando il corpo femminile senza testa in una catarsi rigenerativa e gioiosa, che è un invito all’abbandono della paura e dei modelli estetici ideali. La Santanni ha esposto in diverse collettive in Italia e all’estero. Tra le personali più recenti si ricordano la mostra site specific “Le Scapate. Donne oltre le ferite”, presso il sito Unesco della Villa Medicea La Petraia a Firenze e la mostra “Le Scapate. God save me” a Lu.C.C.A. Museum di Lucca.